WINDSCREEN SYNDROME, INCREDIBILE MA VERO

di Cristiano Soro

IMG-20150302-WA0005

Alzi la mano chi di voi… per andare da un punto all’altro non prende l’autostrada ma sceglie quella più panoramica anche se più lunga, alzi anche l’altra chi non legge le istruzioni ma va a naso, la tenga ancora su  chi non usa il navigatore ed ha piacere di chiedere ai passanti o più semplicemente vuol provare a non trovare la strada, a  volte nella vita perdersi è infinitamente più bello che avere una rotta già scritta.

Non si azzardi ad abbassarle chi (clima permettendo) toglie porte e ribalta il parabrezza andando in vacanza a velocità da parata. Se queste sintetiche usanze fanno parte del vostro “essere”… beh allora benvenuti nel club. Se a volte vi sentite anacronistici, come quasi dei T-Rrex sopravvissuti all’estinzione, state calmi e tranquilli,  siete degli inguaribili adolescenti: sono solo i segnali che identificano  la sindrome di Peter Pan.

Ed ora fermi lì ancora un secondo… fatemi contare le mani… Cribbio lo sapevo… siamo i soliti tre… vabbè tanto non mi gioco il premio Pulitzer.

A tutti gli altri, quelli con le mani abbassate, risparmio la fatica di leggere… cambiate argomento, vi consiglio l’oroscopo del giorno, saltateci a pie’ pari, tanto parleremo di cose che non vi interessano.

E giusto per non far torti a nessuno… dichiariamo subito le nostre intenzioni.

Oggi parliamo di quelle persone che fanno della propria auto un’estensione di se stessi.

Mi rivolgo a voi possessori di Citroen Mehari, di svitate Uaz, di fascinose Jeep Wrangler, di indomite Land Rover Defender Soft Top  e di orientali Toyota BJ.

Cosa hanno in comune tutte queste icone a quattro ruote? Facile.

Hanno tutte il parabrezza abbattibile, ossia si può sganciare e adagiare sul cofano motore, ribaltandolo in avanti.

Cosa che istintivamente ai loro possessori da un senso di libertà, è un po’ lo stesso effetto che fa andare in moto senza casco.

Senti gli odori vedi meglio i colori, e tutto senza filtri, con l’aria che ti avvolge, sei quasi un tutt’uno con l’ambiente che ti circonda facendo di te quasi parte integrante.

Ricordo ancora un anno, lungo il porto turistico di Santa Teresa di Gallura. Avevo fatto la mia solita colazione al Cafe du port da Cate e tornavo verso casa con la mia Jeep Wrangle Rubicon (la vedete nella foto accanto al titolo) senza porte e con parabrezza abbattuto… Mentre scendevano due “sciure” da un mega yacht ormeggiato nelle banchine di transito…  Che dicevano l’una all’altra rivolgendosi a me: “Che esibizionista” loro che scendevano, euro più euro meno, da un affare galleggiante che con due milioni di euro ti davano solo lo scafo vuoto…

Cosa vuol dire questo?

Semplice: in quel momento i 20.000 e cento euro (il pieno dell’imbarcazione ) che erano il valore del mio Wrangler usato eclissavano (e distraevano l’attenzione) rispetto ai  30 metri di megayacht da 4 milioni di euro galleggianti.

A volte non è il costo che crea il valore, bensi l’originalita’ dell’oggetto.

Qualcuno crede che sia il prezzo a rendere più “cool” qualsiasi cosa, ma non è così.

Avete mai visto ai semafori rombanti proprietari di mega Suv, con il gomito poggiato sulla portiera con un’espressione facciale alla “Sono in missione per conto di Dio”,  che con sopracciglia indemoniate ti guarda se lo stai guardando e  ti dice “Guarda come sono arrivato in alto e se non mi hai notato dò una sgasata che ti brucio accelerando e sollevo l’asfalto da terra”.

Il loro problema arriva quando al semaforo gli si affianca una Citroen 2 Cavalli Charleston nera e bordeaux di trent’anni fa che rapisce l’attenzione  dei passanti rendendolo orfano del benché minimo interesse.

In quel momento vorrebbero sparire…

Che tristezza! E quanti ce ne sono… Se li togli da quell abitacolo è come se li spogliassi. Perdono anche l’uso della parola (quello dell’intelletto lo hanno perso da un pezzo).

Uomini e donne accomunati da comune passione e da parabrezza ribaltabile, vivete con orgoglio il vostro oggetto e usatelo per quello che è: d ‘altronde se avete preso un’auto non convenzionale, voi non sarete di sicuro troppo normali.

Siate un po’ sfrontati…armatevi di chiavi inglesi,  torx crick o grimaldello che sia e liberate la vostra auto insieme alla vostra fantasia. Scopritela, spogliatela.

E riempitela di amici amiche, cani o gatti che siano, ma usatela e vivetela per quello che è stata creata, e fatelo adesso.

Sarete una gioia per gli occhi (i miei di sicuro).

Ah dimenticavo… Non fatemi avere le vostre bronchiti sulla coscienza.

Fatelo, sì, ma con il bel tempo!

 

 

 

 

 

 

Loading Facebook Comments ...

Add a Comment

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Se ti iscrivi sarai sempre aggiornato sulle news che ti interessano (normative, consigli ecc) Ed entrerai nel club dei nostri visitatori più fedeli.

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

Pin It on Pinterest