LANCIA ASTURA STEADY SPECIAL, INCREDIBILE RESTAURO

La Lancia Astura del 1934 di Ronald ‘Steady’ Barker 1934 è stata presentata dal designer britannico Tony Southgate nello stand della rivista inglese Motor Sport durante Race Retro, svoltosi a Coventry dal 20 al 22 febbraio.
Lancia discovered

Tony Southgate scopre la Lancia Astura “Steady Special”.

Finalmente completata dopo un’attenta opera di recupero, un restauro realmente unico nel suo genere, la Lancia Astura roadster è frutto della lunga e paziente trasformazione partendo da una berlina. Il designer e ingegnere britannico Tony Southgate ha personalmente tolto il velo che ricopriva l’auto, svelando lo splendido risultato di un lavoro che è durato quattro anni.

Leggendario giornalista dell’auto, il columnist Ronald “Steady” Barker, purtroppo scomparso il mese scorso, acquistò la Lancia oltre sessanta anni fa e decise di accorciarne il telaio trasformandola in una barchetta.L’attuale proprietario della Lancia è un appassionato di auto d’epoca, Michael Scott, che aveva avviato il complicato processo di ripristino della macchina nel 2011.  “Non è stato facile – dice Michael – qui avevamo una macchina da ristrutturare seguendo dei bozzetti disegnati una sessantina di anni fa, che illustrano come si immaginava che la Lancia dovesse essere.”Competenze tradizionali e tecnologia state-of-the-art sono stati utilizzati da specialisti come Thornley Kelham e progetto è iniziato con il restauro completo, compresi il motore (un V8 3.0 ad angolo stretto interamente in alluminio, restaurato dallo specialista

unnamed

Ronald “Steady” Baker, da poco scomparso, durante uno “shake down” della meccanica della sua Lancia Astura barchetta.

Tim Samway), sospensioni, cambio e freni.L’anteriore dell’auto è stato modificato adottando un frontale stile Bugatti; inoltre è stata realizzata una copertura in alluminio della ruota di scorta, mentre i fari hanno lampade Marchal dell’epoca. Infine la griglia del radiatore è stata sapientemente invecchiata ad arte.Ulteriori lavori hanno riguardato ovviamente gli interni in pelle, la strumentazione d’epoca (restaurata con grande cura) il clacson e persino l’adozione di una targa d’epoca con accanto la sigla GB e un distintivo RAC originale; anche il retrovisore è stato restaurato con grande cura.

(Si ringrazia per la collaborazione Angie Voluti, titolare di AV PR)
(Visite totali 372 , 1 visite oggi)
Loading Facebook Comments ...

Add a Comment

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Se ti iscrivi sarai sempre aggiornato sulle news che ti interessano (normative, consigli ecc) Ed entrerai nel club dei nostri visitatori più fedeli.

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

Pin It on Pinterest