GIULIETTA, RADUNO PER I 60 ANNI

Nel cuore di tutti gli appassionati di auto d’epoca non può non esserci spazio per una delle auto più iconiche della storia dell’automobilismo italiano, nonchè simbolo della rinascita italiana dopo il periodo buio della guerra: la mitica Alfa Romeo Giulietta. Tra l’altro è uno dei pochi casi al mondo in cui la versione coupé, la Giulietta Sprint del 1954 (nella foto, riproduzione riservata) è stata prodotta prima della berlina, apparsa nel 1955.

La Giulietta ha compiuto, quest’anno,  il suo sessantesimo anno di età ed è per questo che il Registro Italiano Alfa Romeo (RIAR) ha pensato di organizzare un raduno internazionale. Per chi non lo sapesse, infatti, il RIAR è un’ associazione senza fini di lucro e riconosciuta ufficialmente dal marchio Alfa Romeo da oltre 50 anni, che organizza ogni anno importanti manifestazioni in Italia e all’estero con le vetture più significative dei propri soci: un vero e proprio museo itinerante che racconta la storia affascinante dell’Alfa Romeo. Il raduno internazionale, che si è svolto dal 26 settembre al28 settembre, ha celebrato il fascino e l’eleganza della Giulietta, che nonostante l’età,  continua ad entusiasmare, con la sue  linee, il cuore di ogni appassionato di automobilismo.

L’evento si è svolto in una serie di location altamente evocative quali il Lago di Garda, Mantova – in particolare Castel d’Ario (luogo di nascita del leggendario pilota Tazio Nuvolari) – e Verona, la città di “Romeo e Giulietta”. Al raduno ha preso parte una sessantina di esemplari della Giulietta, rappresentanti di tutti i modelli realizzati (tra cui Sprint, Berlina, Spider e la “corsaiola” SZ) e provenienti da diverse nazioni del mondo.

Il raduno internazionale era caratterizzato anche dalla partecipazione di una Giulietta SZ del 1960 (modello appartenente alla seconda serie e caratterizzato dalla “coda tronca”)  e del prototipo “750 Competizione” del 1955 (barchetta da corsa realizzata in esemplare unico ed equipaggiata con un motore derivato dal bialbero della Giulietta)  due vetture messe a disposizione dall’Alfa Romeo Automobilismo Storico.

Alla tradizione del passato si è affiancato il presente; infatti le vetture d’inestimabile valore, del passato, erano accompagnate da alcuni esemplari di Giulietta e MiTo recenti, modelli, anche questi, di grande personalità e carattere. Inoltre, gli appassionati che hanno partecipato al raduno internazionale hanno avuto  la possibilità di ammirare due esemplari dell’Alfa Romeo 4C, l’icona moderna del marchio che rappresenta l’essenza della sportività insita nel dna Alfa Romeo.

(Si ringrazia per la collaborazione www.vitadistile.com)

Loading Facebook Comments ...

Add a Comment

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Se ti iscrivi sarai sempre aggiornato sulle news che ti interessano (normative, consigli ecc) Ed entrerai nel club dei nostri visitatori più fedeli.

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

Pin It on Pinterest