L’AUTO MENO AMATA IN RETE? LA FIAT MULTIPLA

Milano – “Dimmi che auto hai e ti dirò chi sei”…Se però è una Multipla, forse è meglio star zitti! Sembra essere questo il sentimento che emerge da una recente rilevazione fatta da Kijiji.it sito di annunci gratuiti locali e punto di riferimento per il mercato dell’usato online con i suoi oltre 4.000.000 di annunci e 60.000 nuove inserzioni giornaliere, sul mondo delle 4 ruote: per gli italiani la Fiat Multipla risulta essere l’auto meno amata di cui ci si vuole disfare a tutti i costi.

Lo studio svolto all’interno della categoria “Auto” del sito che vanta più di 140.000 annunci ha messo in correlazione il numero di annunci live presenti, il range di prezzo di vendita e le condizioni di manutenzione/conservazione delle auto. Dall’incrocio di questi tre parametri è emerso che il modello di casa Fiat risulta essere l’auto più venduta al prezzo più stracciato nel peggior stato di conservazione. Seconda classificata di questa speciale graduatoria la Ford Ka che si posiziona davanti alla Renault Twingo, sul terzo gradino del podio.

Una Multipla viene infatti ceduta in uno stato non particolarmente ottimale ad un prezzo medio che varia tra i 500 euro e i 12.000 euro. Questa evidenza testimonia come la rete sia uno strumento democratico in grado di accogliere tutti, senza distinzioni, anche nei motori: non solo auto 4 ruote di lusso, come le recenti auto blu messe in vendita dal premier Renzi, ma anche veicoli che con una lunga storia alle spalle sperano di trovare nel web e in un sito come Kijiji.it, l’opportunità per una seconda vita, ovviamente nella speranza di una piccola gratificazione economica anche per i proprietari.

Ecco alcuni annunci di vendita che si possono trovare su Kijiji.it che ben esemplificano questo particolare primato della Fiat Multipla: c’è il modello incidentato ma ancora funzionate, vendibile intera o per chi interessato solo ad alcuni parte addirittura a pezzi come quella di Luciano di Palermo “Multipla emotion full op anno 2005 incidentata motore cambio frizione e volano turbina puleggia alternatore compressore aria condizionata ottimi e altro anche documentabile vendo( intera 1500 euro intrattabili) o a pezzi” ..

Per chi è interessato invece al genere vintage, ad Arezzo si può trovare questa Multipla in avanzato stato di decomposizione, che per gli appassionati del genere può rappresentare un’occasione da recuperare a seguito però  di importanti interventi di restauro “Vendo quello che ne rimane di una Fiat Multipla, i vetri sono tutti integri alcuni particolari buoni, Qualche lamierato da recuperare. E’ senza motore.”

A Roma invece ci si può imbattere in potenziali acquirenti che forse consci di questa percezione, sono disponibili a farsela letteralmente “tirare dietro” senza però voler scucire un euro. “Salve ! sto cercando in regalo una Multipla che sia di vecchio o nuovo modello non ha importanza, l’importante che sia marciante. Passaggio immediato. Grazie”

Andando a considerare anche la variabile colore, si constata che i toni di azzurro vincono su tutti. Lontani i tempi di “vengo a prenderti stasera con la mia Torpedo blu” pare che delle Multiple color oltremare ci si voglia disfare più velocemente.

Vituperata persino dai comici, Paolo Migone in testa, nonostante il successo commerciale iniziale la 6 posti di casa Fiat è scesa negli anni di gradimento presso il pubblico. A sua difesa va detto che viene spesso ceduta o smantellata, non prima però di aver completato un’onorevole carriera in termini di chilometri percorsi. Come quella di Franco da Montecatini Terme “Macchina ben mantenuta con un solo problema: 260.000 km. Revisionata sia per la biennale che per le bombole. Discreta ed affidabile.  Candele e cavi perfetti.”

 

 

 

 

 

 

 

 

Loading Facebook Comments ...

Add a Comment

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Se ti iscrivi sarai sempre aggiornato sulle news che ti interessano (normative, consigli ecc) Ed entrerai nel club dei nostri visitatori più fedeli.

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

Pin It on Pinterest