LA BMW RESTAURERA’ LA 507 CHE FU DI ELVIS PRESLEY

Monaco di Baviera (Germania) – La BMW vuole  far restaurare la 507 Roadster del 1957 appartenuta al re del rock and roll Elvis Presley.

Ha il numero di telaio 70079 e fu acquistata da Elvis Presley durante il servizio militare: dopo aver avuto la possibilità di provarla, la acquistò a dicembre del 1958 per 3750 dollari. Poiché si trattava di un’auto dimostrativa, la BMW prima di consegnarla al cantante fece sostituire il motore, la trasmissione e il parabrezza. Quando l’acquistò Elvis Presley, era in colore bianco come molte 507. Il rosso attuale è frutto di una riverniciatura successiva.

Il bello è che la BMW 507 non fu prodotta pensando soprattutto al mercato americano: però Elvis Presley assolvì gli obblighi di leva a Monaco di Baviera, notò l’auto e l’acquistò. Gli fu spedita direttamente negli Stati Uniti nel 1960, una volta terminato il servizio militare. Due anni più tardi, il cantante cedette l’auto a un certo Tommy Charles, che lavorava presso un rivenditore Chrysler, e che, portandola in Alabama, effettuò ulteriori modifiche: fece mettere sotto il cofano un motore V8 statunitense, di origini Ford o Chevrolet, con una trasmissione Borg-Warner e retrotreno General Motors. Con queste modifiche, la 507 prese parte ad alcune corse di dragster, per essere poi rivenduta nel 1968 all’ingegnere californiano Jack Castor. Quest’ultimo, pur essendo intenzionato a restaurarla, la lasciò per decenni in un deposito. Solo da poco, Castor ha mandato la 507 nuovamente alla BMW di Monaco; sarà esposta per qualche tempo al museo BMW. Poi sarà sottoposta ad un restauro totale da parte di BMW Classics, che richiederà almeno due anni di tempo.

(Visite totali 95 , 1 visite oggi)
Loading Facebook Comments ...

Add a Comment

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Iscriviti alla Newsletter di ContagiriBlog

Se ti iscrivi sarai sempre aggiornato sulle news che ti interessano (normative, consigli ecc) Ed entrerai nel club dei nostri visitatori più fedeli.

Ti sei iscritto con successo alla newsletter

Pin It on Pinterest